ADEMPIMENTI
Il saldo IVA 2017

Il 16 marzo 2018 dovrà essere effettuato il versamento del saldo IVA relativo all’anno 2017 che risulta dalla dichiarazione IVA.

Si ricorda che il versamento:

- è dovuto se di importo almeno pari a 10,33 euro (10,00 euro per effetto degli arrotondamenti effettuati in dichiarazione);
- deve essere effettuato utilizzando il modello F24 (codice tributo 6099).
La scadenza di pagamento può essere differita ai termini previsti per il pagamento del saldo delle imposte dirette (LUGLIO), usufruendo anche dell'ulteriore differimento di 30 giorni. In questi casi occorrerà versare la maggiorazione dello 0,40%.

Il versamento potrà essere eseguito in un'unica soluzione oppure a rate, applicando gli interessi dello 0,33% mensili.

Si ricorda, infine, che il versamento deve avvenire con Mod. F24 telematico, rispettando le ordinarie regole previste per i titolari di partita Iva.
  

FISCO
Costi di sponsorizzazione: come si deduce il costo

Sono numerose le verifiche fiscali che hanno per oggetto le spese di sponsorizzazione. Recenti pronunce della Cassazione ritengono inerenti e congrue le spese di sponsorizzazione sostenute verso le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche fino all'importo annuo di 200mila euro. Ma questo principio spesso è stato disatteso dal fisco che è solito disconoscere la deducibilità sulla base della presunta mancanza dei requisiti di inerenza ed economicità della spesa. L'Agenzia delle Entrate richiede che le spese siano certi, determinabili nel loro ammontare e inerenti. Ora non spetta più al contribuente dimostrare l'inerenza e la congruità del costo. Basta che le associazioni e le società sportive dilettantistiche siano iscritte al Coni e che i corrispettivi erogati siano destinati alla promozione dell'immagine o dei prodotti del soggetto sponsor e, infine, che a fronte dell'erogazione di queste somme ci sia una specifica attività da parte dell'associazione beneficiaria.
  

FISCO
Rivalutazione terreni e partecipazioni al 01.01.2018

La Legge di Bilancio 2018 ha riaperto nuovamente i termini per la rivalutazione del valore dei terreni e delle partecipazioni posseduti alla data del 1° gennaio 2018 al fine di evitare il pagamento di imposte ordinarie sulle plusvalenze.

Per perfezionare la rivalutazione occorre:

- far redigere entro il 30.06.2018 una perizia di stima giurata dei beni che si intendono rivalutare;
- versare l’imposta sostitutiva entro il 30.06.2018 in un’unica soluzione o come prima rata di 3 rate annuali di pari importo.
L'aliquota è sempre all'8% come per la rivalutazione dell'anno scorso.
  

FISCO
Tasse e contributi non pagati: uno sconto per mettersi in regola

Il 15 maggio scade il termine per aderire alla rottamazione delle cartelle. Chi ha debiti fiscali, contributivi o vecchie multe non pagate può presentare domanda all'Agenzia delle Entrate-Riscossione. La rottamazione bis interessa coloro che sono stati esclusi dalla prima edizione perché al 24 ottobre 2016 avevano piani di rateazione in corso e non erano in regola con i pagamenti delle rate e coloro che hanno carichi pendenti affidati agli agenti della riscossione dal 1°gennaio al 30 settembre 2017. La definizione agevolata interessa anche i carichi per gli anni 2000-2016 . La rottamazione è molto conveniente per i debiti di vecchia data (il risparmio sfiora la metà delle somme dovute), mentre lo è meno per chi sta già pagando a rate il suo debito e magari ne ha saldato una buona parte. Per aderire alla rottamazione- bis occorre presentare il modello 'Da 2000/17'. Se la domanda verrà accolta, entro il 30 giugno l'Agenzia delle Entrate-Riscossioni comunicherà l'importo delle somme da versare.
  

ADEMPIMENTI
Spesometro 2018: invio della comunicazione dei dati entro il 6 aprile 2018

E' il prossimo 6 aprile il termine per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017 e per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute e per le relative variazioni. Per garantire il rispetto delle norme dello Statuto del contribuente, la scadenza per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017, originariamente fissata al 28 febbraio, viene spostata al 6 aprile 2018, ossia al sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento odierno. Alla stessa data è fissata la scadenza per le eventuali integrazioni e per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute. Il provvedimento approvato ieri definitivamente recepisce le novità introdotte dal decreto fiscale collegato alla Legge di stabilità 2018 (DL 148/2017), in particolare
per le fatture di importo inferiore a 300 euro registrate cumulativamente è possibile comunicare i dati relativi al documento riepilogativo anziché quelli dei singoli documenti.
Viene limitato il numero delle informazioni da trasmettere, perché diventa facoltativo compilare i dati anagrafici di dettaglio delle controparti.
i contribuenti possono trasmettere i dati delle fatture emesse, di quelle ricevute e delle relative variazioni sia con cadenza trimestrale che con cadenza semestrale.
Le nuove regole possono essere utilizzate anche per inviare le comunicazioni integrative di quelle errate riferite al primo semestre 2017. I contribuenti che intendono continuare a utilizzare il software di mercato usato per predisporre la comunicazione del primo semestre 2017 possono continuare a trasmettere i dati secondo le precedenti regole.

Infine, per agevolare i contribuenti e gli intermediari, l’Agenzia delle Entrete ha reso disponibili sul proprio sito internet due pacchetti software gratuiti, uno per il controllo dei file delle comunicazioni e uno per la loro compilazione.
  

 

  
 

COMUNICAZIONI
I clienti sono pregati di consegnare, presso lo studio, tutta la documentazione per aggiornare la contabilità aziendale per la relativa pianificazione della chiusura dell'esercizio;
  

Febbraio 2018

   

Venerdì, 16 Febbraio 2018

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6001 (versamento Iva mensile – gennaio), da parte dei contribuenti Iva mensili.



RITENUTE ALLA FONTE

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (i.e.: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.



IVA – CONTRIBUENTI TRIMESTRALI “PARTICOLARI”

Scade il termine per il versamento dell’I.V.A. del 4′ trimestre dell’anno precedente (i.e. associazioni sportive dilettantistiche e distributori di carburanti)



INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI ARTIGIANI E COMMERCIANTI

Pagamento della quarta rata (fissa), relativa al trimestre ottobre – novembre – dicembre dell’anno precedente, calcolata sul reddito minimale, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione, con l’utilizzo del mod. F24.



T.F.R. – IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE

I sostituti d’imposta devono versare il saldo dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. accantonato al 31/12 dell’anno precedente. Per il versamento viene utilizzato in F24 il codice tributo 1713. L’acconto, pari al 90%, doveva essere versato lo scorso 16 dicembre.

   

Martedì, 20 Febbraio 2018

ENASARCO

Versamento dei contributi previdenziali relativi al 4’ trimestre dell’anno precedente.

   

Lunedì, 26 Febbraio 2018

INTRASTAT – mensili

Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili intracomunitari relativi al mese precedente.

   

Mercoledì, 28 Febbraio 2018

LIPE QUARTO TRIMESTRE

I soggetti passivi Iva devono inviare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva effettuate nel quarto trimestre del 2017.



RIDUZIONE DEI CONTRIBUTI INPS PER I CONTRIBUENTI FORFETTARI

Scade il termine per richiedere il regime previdenziale agevolato occorre presentare apposita dichiarazione con modalità telematiche per chi esercita già un’attività e si è iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti.



INAIL AUTOLIQUIDAZIONE (saldo 2017 – acconto 2018)

I datori di lavoro devono presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (ai sensi delle leggi n. 449/97 e n. 144/99), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (ai sensi della legge n. 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici.



UNI-EMENS

Scade il termine per l’invio telematico e della dichiarazione Uni-emens relativi al mese precedente.



SCHEDA CARBURANTE

Alla fine del mese (o del trimestre, a seconda della modalità prescelta) occorre rilevare sulla scheda carburante il numero dei chilometri dell’automezzo.



RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese (in realtà per questo mese c’è qualche giorno in più…). Per il versamento si utilizza il mod. F24.

 

 

[credits]