Ultimo aggiornamento: 09/05/2018 ore 09:08

   
  
 

FISCO
Carburanti 'tracciabili' per gli autocarri

Con la circolare n. 8/E/2018 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che sono validi ai fini della deducibilità del costo e della detraibilità dell'Iva sui costi di rifornimenti di carburante, anche i pagamenti effettuati con strumenti tracciabili dai soggetti passivi d'imposta. Pensiamo ai rifornimenti di auto aziendali pagati con bancomat o con carta di credito personale del dipendente o dell'amministratore. Se il rimborso della spesa anticipata viene erogato con strumento tracciabile, la società potrà dedurre il costo e detrarre l'Iva sul costo del carburante. Solo per la deduzione dei costi e dell'Iva sugli acquisti di carburante per autotrazione il pagamento tracciabile è condizione necessaria, per le altre spese (vedi manutenzione, leasing, noleggio e custodia) non è vincolante.
  

FISCO
Controlli fiscali 2018: le linee guida operative della Guardia di Finanza

Con Circolare 13 aprile 2018, n. 114153, la Guardia di Finanza ha fornito le preliminari direttive sulle principali novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 e dal D.L. n. 148/2017 (c.d. "Collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2018") di interesse operativo per le fiamme gialle.
In particolare, il documento, con riferimento alle disposizioni contenute nella Legge n. 205/2017, evidenzia diversi aspetti, tra i quali:
- la nuova disciplina delle società sportive dilettantistiche lucrative;
- l’abrogazione della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e il differimento dei termini di presentazione delle dichiarazioni;
- le disposizioni per il contrasto all’evasione fiscale e alle frodi nel settore della commercializzazione e distribuzione dei carburanti;
- le modifiche alla nozione di "stabile organizzazione".

Con riferimento, invece, alle disposizioni contenute nel D.L. n. 148/2017, la Guardia di Finanza affronta, tra l’altro, i seguenti argomenti:
- le disposizioni relative alla trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute;
- l’estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione;
- la collaborazione volontaria per l’emersione dei redditi prodotti all’estero;
- la liberalizzazione della gestione dei diritti d’autore;
- la decorrenza delle disposizioni fiscali contenute nel Codice del terzo settore.

  

FISCO
Carburante, acquisti tracciabili

Dal prossimo 1°luglio per scaricare gli acquisti di benzina e diesel occorre pagare i fornitori con modalità tracciabili o con assegni, vaglia ecc. . La legge di Bilancio 2018 ha escluso il contante. Ma per imprese e lavoratori autonomi questo non è l'unico onere. Infatti, per detrarre l'Iva e dedurre il costo dei carburanti sarà necessario documentare l'acquisto con la fattura elettronica che diventerà obbligatoria a partire dal 1°luglio per le cessioni di benzina e gasolio per motori. Le fatture dovranno essere emesse in formato elettronico (Xml) e trasmesse per il tramite del Sistema di interscambio (Sdi) gestito dall'Agenzia delle Entrate. L'obbligo non vale per i contribuente forfetari e per le operazioni scambiate con soggetti esteri privi di identificazione Iva in Italia. Ai fini della deduzione/detrazione l'acquirente deve provare l'acquisto effettuando il pagamento esclusivamente con carte elettroniche (carte di credito, debito ecc.) o con addebito in conto corrente. Abrogata la normativa sulla scheda carburante.
  

FISCALITA' AGEVOLATA
Doppio appeal per gli affitti concordati

Cresce il numero dei proprietari che opta per gli affitti concordati. Grazie alla cedolare secca al 10% e al rinnovo delle intese locali. Nelle dichiarazioni dei redditi presentate lo scorso anno il numero di chi ha scelto la flat tax ridotta è cresciuto del 28,8%, contro un incremento del 10,9% dei soggetti che l'hanno applicata sui contratti a canone libero. In sei anni i locatori del canale agevolato sono moltiplicati per nove: dai 65mila del 2011 ai quasi 592mila del 2016. Insomma, i proprietari trovano vantaggiosi i contratti concordati: un canone non superiore ai livelli fissati dall'intesa locale in cambio di sconti su Imu e Tasi e sulla tassazione dei canoni. A favorire la diffusione di questi contratti contribuisce il lavoro di revisione degli accordi locali che le associazioni di proprietari e inquilini stanno compiendo sul territorio. A un anno di distanza dall'arrivo delle nuove regole sono quasi 100 le intese locali rinnovate che 'coprono' quasi 500 Comuni sul territorio nazionale.
  

FISCO
Carburanti: dal 1^ luglio come pagare

Dal prossimo 1°luglio per gli acquisti di carburanti sarà necessario pagare con moneta elettronica. La misura, prevista dall'ultima legge di Bilancio, interessa solo i soggetti titolari di partita Iva. Il provvedimento emanato ieri sera dalle Entrate stabilisce che nell'ottica della detrazione Iva e della deduzione dei costi, l'acquisto di carburanti e lubrificanti potrà avvenire con tutti i mezzi di pagamento oggi esistenti diversi dal denaro contante. Via libera, dunque, ai pagamenti 'tracciabili': bonifico bancario o postale, assegni, addebito diretto in conto corrente, carte di credito, bancomat e carte prepagate. Per l'acquisto dei carburanti sarà inoltre possibile continuare ad usare le 'carte carburanti' rilasciate agli operatori Iva dalla compagnia petrolifera a seguito di specifici contratti di netting che consentono il pagamento in un momento diverso rispetto alla cessione. Sono anche valide le carte e i buoni, che permettono alle imprese e ai professionisti di acquistare esclusivamente i carburanti e lubrificanti.
  

 

  
 

COMUNICAZIONI
I clienti sono pregati di consegnare, presso lo studio, tutta la documentazione per aggiornare la contabilità aziendale per la relativa pianificazione della chiusura dell'esercizio;
  

Febbraio 2018

   

Venerdì, 16 Febbraio 2018

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6001 (versamento Iva mensile – gennaio), da parte dei contribuenti Iva mensili.



RITENUTE ALLA FONTE

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (i.e.: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.



IVA – CONTRIBUENTI TRIMESTRALI “PARTICOLARI”

Scade il termine per il versamento dell’I.V.A. del 4′ trimestre dell’anno precedente (i.e. associazioni sportive dilettantistiche e distributori di carburanti)



INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.



INPS – CONTRIBUTI ARTIGIANI E COMMERCIANTI

Pagamento della quarta rata (fissa), relativa al trimestre ottobre – novembre – dicembre dell’anno precedente, calcolata sul reddito minimale, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione, con l’utilizzo del mod. F24.



T.F.R. – IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE

I sostituti d’imposta devono versare il saldo dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. accantonato al 31/12 dell’anno precedente. Per il versamento viene utilizzato in F24 il codice tributo 1713. L’acconto, pari al 90%, doveva essere versato lo scorso 16 dicembre.

   

Martedì, 20 Febbraio 2018

ENASARCO

Versamento dei contributi previdenziali relativi al 4’ trimestre dell’anno precedente.

   

Lunedì, 26 Febbraio 2018

INTRASTAT – mensili

Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili intracomunitari relativi al mese precedente.

   

Mercoledì, 28 Febbraio 2018

LIPE QUARTO TRIMESTRE

I soggetti passivi Iva devono inviare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva effettuate nel quarto trimestre del 2017.



RIDUZIONE DEI CONTRIBUTI INPS PER I CONTRIBUENTI FORFETTARI

Scade il termine per richiedere il regime previdenziale agevolato occorre presentare apposita dichiarazione con modalità telematiche per chi esercita già un’attività e si è iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti.



INAIL AUTOLIQUIDAZIONE (saldo 2017 – acconto 2018)

I datori di lavoro devono presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (ai sensi delle leggi n. 449/97 e n. 144/99), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (ai sensi della legge n. 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici.



UNI-EMENS

Scade il termine per l’invio telematico e della dichiarazione Uni-emens relativi al mese precedente.



SCHEDA CARBURANTE

Alla fine del mese (o del trimestre, a seconda della modalità prescelta) occorre rilevare sulla scheda carburante il numero dei chilometri dell’automezzo.



RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese (in realtà per questo mese c’è qualche giorno in più…). Per il versamento si utilizza il mod. F24.

 

 

[credits]